Ogni settimana sottoporremo al vostro ascolto una playlist di canzoni di artisti siciliani. Brani vecchi e nuovi scelti dalla redazione, ma che potrete indicarci anche voi e, soprattutto, potranno inviarci cantautori, cantanti e band, di qualsiasi genere musicale. Inseriremo i vostri consigli e le proposte musicali all’interno della nostra playlist che sarà pubblicata anche su Spotify.

Potete inviare le vostre proposte (complete di link Spotify e YouTube) all’indirizzo sicilianplaylist@sicilianpost.it

“La teorie delle olive” Collettivo

È l’ultimo singolo del quartetto Collettivo, fra i 43 ammessi alle audizioni “live” di Sanremo Giovani. È nato a Catania nel febbraio 2022. Dopo una collaborazione tra due degli attuali membri: Quello e Zzama, che insieme pubblicano su soundcloud il brano, Oro(scopo), si uniscono poco dopo Oreste e Lele. Insieme, i quattro, scoprono la sorprendente sintonia nel fare musica insieme, registrando, ad oggi, 20 brani. Il 30 giugno 2022 pubblicano il singolo di esordio, “Wah Wah”. Lo scorso 19 ottobre la band ha pubblicato “La Teoria Delle Olive”, brano che prende ispirazione dall’iconica sitcom “How I Met Your Mother”, il titolo ed il concept, infatti, si rifanno alla celebre teoria della compatibilità di coppia esposta dai protagonisti della serie: una coppia si può considerare perfetta quando ad un partner piace ciò che all’altro non piace e viceversa. Secondo questo precetto, solo in questo modo una coppia può completarsi e la relazione può avere un lieto fine. A Sanremo sono in gara con l’inedito “Parole di notte”.

“One more time” Giuse the Lizia

È il secondo siciliano ammesso alle audizioni “live” per Sanremo Giovani. All’anagrafe di Bagheria registrato come Giuseppe Puleo, Giuse The Lizia vive e studia a Bologna dal settembre 2020. Nella città di Dalla e Bersani, il palermitano mischia rap e cantautorato. Per creare la sua musica si ispira a Battiato. Lo scorso maggio il rapper con la chitarra o il cantautore sul beat, come viene da più parti definito, ha pubblicato il suo secondo EP, intitolato “Lalalacrime”. È in gara con la canzone “Sincera”. Questo è il suo ultimo singolo.

“Ninna Nanna di Sant’Anna del ‘700” Michela Musolino

L’artista siculoamericana pubblica un album di canti natalizi della tradizione del Meridione d’Italia ricco di sorprendenti intrecci. Sotto la produzione del rocker catanese Mario Monterosso, fa ballare insieme tammurriata e rockabilly, e un pianoforte alla Jerry Lee Lewis infiamma “Diu vi manna l’ambasciata” dal repertorio di Rosa Balistreri. «La musica popolare è un codice in continuo cambiamento. Arriva a noi già contaminata da altre culture e va via via mutando ad ogni incontro con una nuova cultura».

“La strada che non presi” Fabio Cinti

Nuovo singolo di Fabio Cinti, discepolo di Franco Battiato. Negli ultimi due anni è stato impegnato soprattutto con Angelo Privitera e il Nuovo Quartetto Italiano, ovvero la storica band di Franco Battiato, proprio per prendersi cura con la sua voce dell’opera del cantautore siciliano e continuarne la diffusione dal vivo con uno spettacolo (“Over and over again”). Fabio Cinti è tornato a scrivere: si tratta di un’unica canzone dal forte impatto emotivo il cui testo è una libera traduzione e adattamento del famoso poema “The road not taken” di Robert Frost, pubblicato negli Stati Uniti nel 1915: al centro dunque il tema del coraggio della scelta e delle decisioni che ogni giorno siamo chiamati a prendere.

“Islish” Banda Blondeau

La Banda Blondeau parte dall’impronta bandistica per poi disfarsene quasi completamente. Somiglia più a un’orchestrina, anche se questo termine le sta decisamente stretto. Nasce negli Iblei, e il suo nome è un omaggio a Henry Blondeau, artista circense rivoluzionario che agli inizi del ‘900 sfidava i limiti della fisica esibendosi in delle evoluzioni al trapezio, appeso alla sua mongolfiera e che proprio in Sicilia (esattamente a Ragusa) si esibì per l’ultima volta.

“Gennaio è un eterno lunedì” Orazio Russo

Nuovo singolo dell’ex Caftua estratto dall’album “Frame”. La canzone racconta la fine di una storia stanca e ormai vuota e priva di sentimento, nel mese forse più freddo e malinconico dell’anno, almeno per il cantautore, ma che nello stesso tempo, rappresenta l’inizio di un nuovo percorso e quindi la certezza di un cambiamento… Spiega l’artista: «Ho scelto “Gennaio è un eterno lunedì” come nuovo singolo perché amo moltissimo il sound graffiante delle chitarre. Con questo brano mi aspetto che l’ascoltatore entri nel mio mood e nel mio mondo musicale, che resti collegato con il mio modo di fare musica».

“Pareidolia” Mario Valenti

Nuovo singolo del cantautore siciliano Mario Valenti. È una canzone che rappresenta la propensione umana di vedere l’anima nell’inanimato. «Questa canzone nasce per celebrare il profondo sentimento che riservo nei confronti della fantasia, nella mia propensione di dare un volto a forme e concetti le cui logiche trovano sviluppi estranei al mio modo di percepirle, ma che prendono ugualmente vita generando una bellezza genuina e infantile, spesso osteggiata da un mondo intriso di una razionalità “adulta” che è ugualmente vulnerabile a questi processi percettivi», spiega l’autore.

“Libera la libertà” Dex Pascal

Fabio Aiello, in arte Dex Pascal, è un cantautore originario di Partanna. Il brano racconta di come l’uomo crede di vivere in piena libertà, senza nemmeno rendersi conto di quanto in realtà sia schiavo della società, dei vizi, dei pregiudizi e di tutto ciò che lo circonda. Spesso si vive una parvenza di libertà che ha essa stessa la necessità di essere resa libera. «Questa canzone è arrivata in un momento molto delicato e particolare per il mio percorso artistico», racconta l’autore. «In quel periodo avevo subito un infortunio alle corde vocali e mi era stato vietato di parlare, quindi ho potuto soltanto immaginare la melodia finché non sono riuscito a tornare a cantare».

“Hilarious” Celeste Caramanna

La giovane artista di Canicattì, londinese d’adozione, esce con un brano che racconta la sua voglia di leggerezza e spensieratezza, a seguito del periodo di grande tensione legato alla pandemia. Il singolo è estratto da “Antropofagico III”, Ep prodotto artisticamente da Tony Brundo e Lele Gambera, terzo appartenente al trittico “Antropofagico”.

“I pirati a Palermo” Manuela Ciunna feat. Fabrizio Bosso

Tratto dall’album “’Nzuccarata”, album omaggio alla Sicilia dell’artista di Augusta. «“I pirati a Palermo” è un omaggio a una città dove ho suonato diverse volte e dove ho molti amici», spiega l’interprete che trasferisce la sua terra nella sua storia, nel suo mondo, che è fatto di stelle del jazz e Sudamerica. “I pirati di Palermo” ballano in un torrido Cotton club, tra jungle, blues, rumba e scat.

Ascolta la playlist su Spotify

Il nostro impegno è offrire contenuti autorevoli e privi di pubblicità invasiva.
Sei un lettore abituale del Sicilian Post? Sostienilo!

Fai una donazione libera

Preferiresti fare un bonifico? Inviaci una mail per richiedere le nostre coordinate bancarie

Print Friendly, PDF & Email