Chi siamo

Sicilian Post è un progetto editoriale nato a inizio 2017 dall’esigenza di ritornare al contatto con la realtà, declinando il buon giornalismo nell’era digitale. La linea editoriale, in questo senso, è incentrata sulla qualità e si basa sulla scelta di non pubblicare agenzie di stampa o comunicati, bensì storie toccate con mano. La redazione nasce dall’impegno di una decina di “under 35” ed è ora composta da giovani giornalisti e professionisti dall’esperienza trentennale.

Il progetto ha ricevuto riconoscimenti come il premio Giovanni Giovannini – Nostalgia di Futuro 2017 (promosso da Media 2000 e patrocinato da FIEG, FNSI e Rai) come miglior startup giornalistica.

Nel 2018, con l’assistente digitale “ARIA”, che coniuga intelligenza artificiale e giornalismo (è un software che trasforma testi in infografiche automaticamente), Sicilian Post è stato tra i 9 premiati italiani da Google all’interno del “Digital News Innovation Fund” insieme a quelli di testate blasonate come Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore e AdnKronos.

Dallo stesso anno Sicilian Post promuove annualmente il workshop “Il giornalismo che verrà”. L’ultima edizione si è svolta a giugno 2021, è stata sostenuta da Google attraverso il programma GNI ed è stata realizzata con i patrocini dell’Università degli Studi di Catania, della Scuola Superiore di Catania, del Disum Unict, della Fondazione DSe, dell’Accademia di Belle Arti di Catania, dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, del Consolato Generale degli Stati Uniti D’America, Napoli, di The European House – Ambrosetti e di Rai per il Sociale. Tra gli ospiti che hanno partecipato negli ultimi anni figurano personalità come Jeff Jarvis, Ferruccio De Bortoli, Madhav Chinnappa, Domenico Quirico, Alberto Puliafito,

La collaborazione con la DSe si è espressa inoltre con la produzione di 100 numeri del settimanale Sicilian Stories uscito come inserto per due anni con il quotidiano “La Sicilia”.

Tra le pubblicazioni speciali curate dalla redazione “Il giorno dopo, un ebook che raccoglie riflessioni sugli scenari post-pandemia di personalità importanti, tra le quali il giudice emerito della corte costituzionale Sabino Cassese, l’ex direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli, il docente di giornalismo della Newmark School of Journalism at CUNY di New York Jeff Jarvis, il direttore de “La Civiltà Cattolica” Antonio Spadaro, il sociologo canadese Derrick De Kerckhove, il rettore dell’Università di Catania Francesco Priolo, lo scrittore e psicanalista Luigi Ballerini, la storica de La Sapienza Leandra D’Antone, la direttrice del Teatro Stabile di Catania Laura Sicignano, la storica e presidente dell’Accademia delle Belle Arti di Catania Lina Scalisi, il direttore di Pagella Politica Giovanni Zagni, il professore e già ministro della Difesa Salvo Andò, la direttrice di Media 2000 Maria Pia Rossignaud.

Riunione di redazione presso Isola Catania

Gerenza: