Avrà luogo domani, con una diretta facebook, il primo di due appuntamenti coordinati da Whole – Urban Regeneration, in cui numerosi enti benefici catanesi raccoglieranno fondi da destinare al presidio d’emergenza della Ciminiere, che offre riparo ai senzatetto

«Ci siamo trovati un pomeriggio nella sede della nostra associazione a chiederci cosa potevamo fare di positivo in questa situazione che stiamo vivendo. Alcuni di noi sono lontani, non si può uscire, ma volevamo comunque essere attivi sul territorio come tante altre realtà catanesi. E così, con i nostri computer, abbiamo cercato di capire come poter attivare un processo che potesse servire a qualcosa».

Nasce così l’aperitivo solidale “Da Casa nasce Cosa” – che si svolgerà in un doppio appuntamento venerdì 24 aprile e sabato 2 maggio alle 19 in diretta su Facebook (https://www.facebook.com/events/2823936567660273/) – promosso da Whole – Urban Regeneration con un doppio obiettivo: offrire a chi è a casa un momento di svago e di evasione dalla paradossale quotidianità con performance di intrattenimento interattive, tutorial e testimonianze, e raccogliere fondi da destinare al presidio operativo in sostegno ai senzatetto delle Ciminiere di Catania.

QUESTIONE DI SINERGIA. «La prima cosa che ci è venuta in mente è stata coinvolgere altre realtà che operano nel no profit e nel volontariato – spiega la volontaria Delia Valastro – e la cosa più bella è stata proprio la risposta che abbiamo ricevuto. La buona riuscita dell’evento dipende dalla sinergia che si è creata tra noi e dal grande contributo che ognuno di noi ha messo nell’organizzazione».

Durante il primo incontro l’associazione Aegee Catania racconterà come la nostra città viene percepita dagli stranieri, specialmente dai ragazzi Erasmus, che vivendola dimenticano gli stereotipi dei primi giorni ribaltando la loro idea iniziale, mentre Nuova Acropoli e Cittàinsieme porteranno letture e approfondimenti su tematiche attuali. Il 2 maggio, invece, ci saranno gli interventi informativi e i tutorial di Youth Hub e Compagnia delle opere, mentre Talità Kum, associazione che opera a Librino, proporrà attività per i bambini. Parteciperanno anche Trame di Quartiere e i Briganti Rugby di Librino racconteranno le loro esperienze.

La locandina dell’evento

FARE LA PROPRIA PARTE. «Abbiamo scelto di aiutare il presidio delle Ciminiere – chiarisce la Valastro – perché durante questa emergenza sanitaria sta offrendo un riparo sicuro a una delle categorie di abitanti più marginalizzate. E a cui vogliamo dare voce». E non è un caso che la Fondazione Èbbene, tra le realtà coinvolte nel progetto, sia in prima linea nel lavoro svolto presso il presidio, per cui verranno raccolti beni di prima necessità come cibo e prodotti per la pulizia personale nella campagna di crowdfunding attiva al seguente link gf.me/u/xxg37b che verrà monitorata durante le dirette e che resterà attiva fino al 2 maggio.

Tra le associazioni coinvolte anche Aigu – Associazione Italiana Giovani per l’Unesco, Sbreks – Networking Event, CDO Sicilia, D21, Comitato Forza Danilo, Di Gianfranco, Fabbrichiere, Generazione Y, Leo Club Catania Gioieni, Mani tese Catania, Metamedica, Sicily Consulting, Zona3. È questa la solidarietà ai tempi del coronavirus. «Quando andiamo a fare l’aperitivo spendiamo in media 10, 15 euro. E allora abbiamo pensato, perché non passare un pomeriggio piacevole e devolvere questa cifra per dare il proprio contributo da casa?».