Un tempo considerati habitat naturale per persone fuori dagli schemi, oggi i luoghi di vendita dei comics, spesso uniti ad attività come librerie o bar, rappresentano a tutti gli effetti un modo alternativo per socializzare e imparare

Disadattatati e poco inclini al vivere in società. Tante le definizioni che si sono date per i NERD. Se negli anni ’80 lo stereotipo era rappresentato dal personaggio di Steve Urkel nella serie Otto sotto un tetto (impossibili da dimenticare le sue bretelle e i pantaloni ascellari) oggi non è più così. Oggi siamo nell’era della “Rivincita dei NERD”, il significato non ha più una connotazione negativa e chi fino a qualche anno prima nascondeva le proprie passioni adesso le sventola con orgoglio, come dimostra il successo della serie The Big Bang Theory che ha messo in luce le gioie e le manie dei “Loosers”. E così, in qualsiasi città che si rispetti, sono diventate indispensabili le fumetterie, i luoghi in cui gli appassionati si incontrano. A Catania le Fumetterie con la F maiuscola non mancano, c’è chi si è ingegnato creando un connubio tra queste e le librerie per unire le passioni e magari per cercare di distinguersi tra la massa di negozi tutti uguali, chi invece ha deciso di aprire un bar dove poter gustare un comic insieme a un bel caffè. Diversi hanno puntato sulla fumetteria come luogo di incontro: «I ragazzi ormai vengono in negozio per stare insieme – ci racconta Gianni Sapienza, titolare di Games&Comics Shop –. Passano una serata tra D&D, Magic o qualche gioco da tavola e si incontrano. In questo modo sono nate tante amicizie e anche qualche amore».

Una volta le fumetterie erano molto diverse, più simili a quei negozi dove tra polvere e confusione si possono scovare veri e propri tesori. Oggi l’usato è quasi inesistente e ovunque si trovano quasi unicamente manga, albi giapponesi. Insieme a questi a farla da padrone sono i comics americani, seguiti dai fumetti italiani come i Bonelliani Tex Willer e Dylan Dog. Spulciando in giro quello che è evidente ai non addetti ai lavori è la grande quantità di gadget, giochi da tavolo e carte di ogni tipo forma o dimensione (così come i dadi) presenti in questi negozi: «Quello che una volta era secondario oggi è diventato l’introito principale – continua l’intervistato –. Noi nasciamo spesso come fumetterie, ma i ragazzi oggi cercano anche altro. Ad esempio tra i prodotti più venduti ci sono i Funko Pop! Dei pupazzi che riproducono le fatture degli eroi non solo dei fumetti, ma anche del mondo del cinema e della TV e che quindi vengono acquistati da chiunque, dal passante occasionale al cliente che li colleziona». Il collezionista, si sa, è pignolo di natura e pretende che il prodotto che ha ordinato sia perfetto in ogni dettaglio: «Questo fattore, insieme alla nuova visione delle fumetterie come luogo di svago oltre che d’acquisto, ci aiuta a soffrire un po’ meno i giganti di internet». Comprare su Amazon è semplice, basta mettere un click che il prodotto ordinato arriva entro un giorno. Chiacchierando con diversi ragazzi ci rendiamo conto che il contatto con il venditore è fondamentale: «Io preferisco comprare in negozio perché ho il prodotto immediatamente – dice un avventore – e inoltre posso rendermi conto delle condizioni del volume. Su internet se arriva graffiato o rovinato posso sempre rimandarlo indietro, ma sarei costretto ad aspettare ancora senza avere la certezza che il prossimo sia migliore».

Questo mondo che per molto tempo è stato limitato agli uomini e a qualche donna coraggiosa, ora vede in queste ultime le acquirenti più poliedriche: «Se prima si dedicavano quasi interamente agli shoujo, manga romantici, oggi invece sono molte le ragazze che cercano fumetti sui supereroi o shonen, manga d’azione».

Il mondo del fumetto è in costante crescita e avvicina sempre più ragazzi alla lettura. In un’epoca in cui le librerie, soprattutto quelle indipendenti, faticano ad andare avanti questi luoghi sono diventati l’ultimo presidio culturale. I fumetti sono opere complete che trascinano, come i cari vecchi libri, il lettore in un mondo fantastico permettendogli di immergersi tra le immagini e i colori che li popolano. Sono anche mondi in cui, tra un capitano dell’interspazio e una donna con un aereo invisibile, riusciamo a trovare la fiducia in noi stessi e impariamo grandi lezioni di vita, perché come dice lo Zio Ben «Da un grande potere derivano grandi responsabilità».

Il nostro impegno è offrire contenuti autorevoli e privi di pubblicità invasiva.
Sei un lettore abituale del Sicilian Post? Sostienilo!

Fai una donazione libera

Preferiresti fare un bonifico? Inviaci una mail per richiedere le nostre coordinate bancarie

Print Friendly, PDF & Email