«Non chiamateli giochi» Gli E-Sport sono realtà

 -  -  6


Anche quest’anno si rinnova uno degli appuntamenti più attesi di Etna Comics. All’interno del complesso fieristico delle Ciminiere di Catania, in occasione della manifestazione, è presente un’intera sala dedicata agli sport elettronici

Nonostante l’accezione superficiale che viene spesso data al termine “videogioco”, considerato una forma di intrattenimento infantile, gli E-Sport sono oggi una realtà mondiale. Da qualche anno, infatti, i vieogame si stanno affermando sempre di più, diventando una delle forme di intrattenimento più seguite al mondo e generando un volume d’affari sempre maggiore. Il clima che si respira non ha nulla da invidiare a quello di una qualsiasi altra manifestazione sportiva: un pubblico caldo che si entusiasma ad ogni azione avvincente, diversi team organizzati che si danno battaglia, regole e schemi ben definiti e la possibilità di avere un solo vincitore.

Da anni ormai Etna Comics ospita questa tipologia di eventi innovativi, riuscendo a migliorare sempre più il livello delle competizioni e l’attenzione verso di esse: «Tutto ciò –spiega Luca Calabrese, responsabile dell’area E-Sport di Etna Comics – è reso possibile grazie al lavoro di tanti ragazzi e di varie organizzazioni che da qualche anno a questa parte si impegnano allo sviluppo di progetti ed iniziative capaci di far attecchire sempre più questa nuova realtà videoludica all’interno del territorio etneo». Dietro ad ogni team non vi sono solamente dei ragazzi che “giocano”, ma vere e proprie squadre formate da diverse figure professionali: dai mental coach che lavorano sulla motivazione dei gamers, ai data analyst che analizzano le strategie videoludiche del momento, consigliando quelle più opportune alle situazioni, fino ai graphic designer che si occupano dell’aspetto artistico e grafico del team.

La giornata inaugurale della manifestazione ha visto trionfare – all’interno del primo torneo in formato 2v2 di League of Legends, famosissimo MOBA – il gruppo catanese CS Italia ASD, rappresentato da Marco Ferlito e Federico Caruso, già vincitori di alcune delle precedenti edizioni di Etna Comics: «È sempre difficile competere a livelli sempre più alti – ci ha raccontato Marco – non è facile gestire la propria vita trovando il giusto equilibrio tra passione e dovere ma tutto ciò viene ripagato nel momento in cui realizzi di aver vinto la competizione». Nonostante la recente vittoria, i due guardano già alla prossima sfida e puntano al prossimo obiettivo: «parteciperemo anche ai tornei di “League of Legends” formato 5vs5 di questo fine settimana». Ciò dimostra che anche coloro i quali hanno già assaporato il sapore della vittoria, di vincere non si stancheranno mai.

6 recommended
comments icon 1 comment
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *