Antonio Mannino:
«Etna Comics 2017
promuove la cultura siciliana nel mondo»

 -  - 


Il direttore artistico: «Da Alex Maleev a Tito Faraci, questa edizione è ricca di grandi ospiti, ma le novità sono anche organizzative»

«Dtna comics è un evento che riunisce tutti i grandi del fumetto per portare avanti un progetto culturale comune». Introduce così Antonio Mannino, direttore della manifestazione, la settima edizione di “Etna Comics”, Festival Internazionale del fumetto e della cultura pop che riunisce gli appassionati di comics, games e giochi di ruolo, in scena fino a domenica 4 giugno.

«Etna Comics – prosegue Mannino – ha un obiettivo in prevalenza culturale e il suo successo è dovuto alla varietà e novità nelle proposte che vengono offerte ogni anno». Intento culturale già esplicitato dalla locandina disegnata da Alex Maleev, matita illustre a livello internazionale che ha rappresentato il paladino Uzeda portando la sua storia alla ribalta del palco mondiale. Otto padiglioni che impegnano tutto il centro fieristico Le Ciminiere: «E pensare che abbiamo iniziato da una piccola area – dice stupito Mannino – per poi espanderci sempre di più e quasi non abbiamo più spazio».

Giorgio Cavazzano alla mostra per i suoi cinquant’anni di carriera

Questa edizione conta tra gli ospiti i grandi nomi internazionali del fumetto come Giorgio Cavazzano e Tito Faraci, disegnatore e sceneggiatore storici della famiglia Disney e il regista Dario Argento. Oltre alle già collaudate aree comics e videogames con conferenze, workshop e incontri con talent scout è stato dato più spazio ai giochi da tavolo, con il padiglione Etna, al centro di Piazzale Asia: «Abbiamo inaugurato questa nuova zona allo scopo di promuovere la cultura della socialità – prosegue Mannino – per allontanare i giovani dalla televisione e unire le famiglie intorno a un tavolo».

Più spazio anche ai più piccoli con un padiglione tutto dedicato a chi ha il biglietto gratuito: gli editori hanno estrapolato la loro offerta di pubblicazioni, fumetti e giochi riservati agli under 10. Anche l’area Japan e Cosplay Center è stata ingrandita, con un palco esclusivo per le sfilate dei personaggi dei manga e anime e più attività che omaggiano il paese del Sol Levante: lezioni di cucina, di vestizione del kimono, trucco e acconciature.  Spazio alle stelle dei video online con la “Youtube Alley” che incontreranno i fan e daranno consigli su come diventare produttori e registi di se stessi e produrre anime e “cartoni animati”.
Nelle aree esterne si avvicendano i tornei medievali, la scuola di Hogwarts, gli immancabili personaggi di Guerre Stellari e gli Acchiappafantasmi.

Intrattenimento con musica e concerti nell’area palco per quanti vogliano cantare le sigle dei cartoni animati più famosi insieme a Cristina D’Avena o ascoltare in salsa Jazz le più belle canzoni del mondo Disney. Infine, per chi vuole trasformare il proprio corpo in una tela umana, spazio al body e face painting e i workshop dedicati. Il programma è vasto e ricco di appuntamenti per l’intero week-end ma i veri protagonisti sono i partecipanti e i colori dei cosplay che rendono vivi i personaggi dei fumetti e degli anime con la minuziosa ricostruzione dei dettagli.

47 recommended
comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *