L’eliminazione della violenza contro le donne e il conflitto tra l’individuo e la società, il Monastero dei Benedettini in versione serale, la città etnea degli anni ’90 e il cinema internazionale. Ecco la nostra selezione per il fine settimana

TEATRO. Il percorso verso l’indipendenza di quattro donne, tra solitudine e sacrifici in una società patriarcale, questo il tema de Le sorelle N., spettacolo organizzato per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne venerdì 25 novembre alle 21 al Centro Universitario Teatrale, in Piazza Università, 13 (Biglietto intero €10, under 35 €7, studenti e dipendenti Unict €4). Al Piccolo Teatro della Città (via Federico Ciccaglione, 29), invece, andrà in scena La spiaggia, le domande di una donna sul senso della propria vita, un monologo scritto da Luca De Bei e interpretato da Liliana Randi, tra sorrisi e profonde emozioni (Venerdì 25 e sabato 26 novembre alle 21 – info e prenotazioni: 095530153 – 095531018 – 3345683715). Gli orrori e le violenze del G8 di Genova del 2001, il conflitto tra l’individuo e il potere, il sogno di un movimento generazionale saranno interpretati ne I resti di quello che fu, concerto teatrale a cura di Giorgio Canali, Elio D’Alessandro e Marta Bevilacqua al Teatro Coppola (Via del Vecchio Bastione 9) venerdì 25 novembre alle 21 (la partecipazione è a sottoscrizione consigliata per rendere sostenibili le spese della struttura e il lavoro degli artisti. È consigliata la prenotazione: teatrocoppola@gmail.com – link all’evento).

VISITE. Venerdì 25 novembre si potrà accedere al Monastero dei Benedettini dalle 19:30 alle 22:30 per le visite serali guidate dall’associazione Officine Culturali (Luci e Ombre al Monastero: le visite guidate serali). Un viaggio nel tempo, dagli antichi romani al presente, alla scoperta del patrimonio storico e architettonico, tra giardini, chiostri e cantine del complesso monastico di San Nicolò l’Arena (per partecipare è necessaria la prenotazione: 0957102767 – 3349242464 scrivendo un messaggio WhatsApp o un’email a info@officineculturali.net). Al Castello Ursino sarà possibile vedere Catania attraverso l’obiettivo del fotografo e architetto Ettore Sottsass. Oltre cento fotografie inedite, in bianco e nero e a colori, compongono la mostra di Ettore Sottsass, Catania Mia! (dal 21 novembre 2022 al 21 maggio 2023): le strade della barocca Catania degli anni Novanta con le sue scene di vita quotidiana come la pescheria (maggiori info allo 095345830).

Se, invece, avete voglia di immergervi nelle tradizioni di altre culture, l’appuntamento di sabato 26 novembre pensato da Trame di Quartiere fa proprio al caso vostro: alle ore 15:30, presso Piazza Mario Cutelli, sarà possibile, infatti, prendere parte ad una cerimonia del tè, durante la quale la guida d’eccezione Abdul darà ai partecipanti un saggio dei profumi e dei costumi del proprio paese. Per partecipare è previsto un contributo di 12 euro e la prenotazione al seguente indirizzo: lab.culturale@tramediquartiere.org.

CATANIA FILM FEST. “Condividere nuovi film indipendenti europei nonché far scoprire giovani talenti del cinema ad un pubblico di massa, con un’offerta artistica, sociale e formativa accessibile a tutti attraverso mostre, masterclass, proiezioni e unendo altre arti oltre al cinema come la musica e la fotografia”. Questa la mission del festival attraverso le parole di Daniele Urciuolo, presidente e organizzatore del Catania Film Fest, giunto alla sua undicesima edizione che si terrà dal 23 al 28 novembre presso lo Zō Centro Culture Contemporanee. Un ricco programma di meeting con volti del cinema come Leo Gullotta e Manuela Ventura, la mostra fotograficaVittorio De Seta. Cinema di un maestro” (dalle h 9 alle h 22), numerosi proiezioni, come focus sul nuovo cinema tunisino e il documentario “Qualcosa brucia ancora”, che ripercorre la carriera di Mario Venuti, presentazioni editoriali come il libro “25 giorni” di Nino Rizzo, che include l’incontro con l’autore (link al programma completo dell’evento).

Il nostro impegno è offrire contenuti autorevoli e privi di pubblicità invasiva.
Sei un lettore abituale del Sicilian Post? Sostienilo!

Fai una donazione libera

Preferiresti fare un bonifico? Inviaci una mail per richiedere le nostre coordinate bancarie

Print Friendly, PDF & Email