Dal jazz al rock fino all’elettronica: nessun limite di genere quest’anno per Oltremente 2022, il festival delle nuove sonorità che da 8 anni si svolge a Ragusa, spostatosi nel tempo dalla costa di Punta Secca al cuore di Ibla. Tutti gli eventi di quest’anno avranno luogo presso Piazza Chiaramonte, nel cortile dell’Università di Lingue. «L’idea di mettere su il festival – spiega Alessandro Nobile, direttore artistico della manifestazione e co-fondatore dell’associazione culturale organizzatrice Quattroetrentatre – nasce nel 2014 come occasione per dare voce alle musiche “oltre” cioè quelle di artisti attuali e sconosciuti, classici, jazz o elettronici. Poi, dalla seconda edizione, c’è stata una specializzazione spontanea nel jazz». Quest’anno però Nobile è voluto tornare al format contenitore ed è così che dall’8 al 10 settembre Ragusa Ibla sarà animata da sonorità diverse l’una dall’altra: «Da Cristiano Godano, cantautore e frontman dei Marlene Kuntz, a Camilla Battaglia, per voce sola ed elettronica, fino alle contaminazioni elettroniche del jazz di Maria Chiara Argirò: nessun limite in scena in questa edizione».

Alessandro Nobile

DIALOGO E SPERIMENTAZIONE. A confermare l’apertura del festival verso ogni genere musicale, il fatto che quest’anno ogni serata sarà conclusa da un dj set: «Si tratta – illustra ancora Nobile – di una forma di sperimentazione di musica elettronica che si integra benissimo nel contesto. L’obiettivo è richiamare i più giovani, evitare che il pubblico invecchi e offrirgli uno spettacolo eterogeneo fatto di musiche che raramente si sentono in tv o alla radio». Non solo dj set in conclusione, ma anche talk in apertura: «Tra le novità c’è un incontro a inaugurare il festival, giorno 8, che darà voce a Cristiano Godano». A dialogare con lui il direttore del Sicilian Post Giorgio Romeo.

L’ENERGIA DEL TERRITORIO. Al di là del dialogo con gli artisti, Nobile vuole instaurare un dialogo anche con il territorio, che non sempre lo accompagna come dovrebbe: «Le sovvenzioni dei Comuni per questo genere di manifestazioni musicali non bastano mai ed è per questo che sono stato costretto a introdurre un biglietto di ingresso a pagamento per le ultime due serate. Di conseguenza, temo di avere un’affluenza bassa, gli spettatori in Sicilia non sono abituati a pagare per un festival, ma è l’unico modo per poter affrontare le spese organizzative. Io credo che chi è davvero interessato verrà: c’è un pacchetto promozionale che a soli 20€ consente l’accesso a tutte e tre le serate». Nobile sottolinea il desiderio di avere una partecipazione attiva del territorio: «Per rafforzare il legame con questa terra – conclude – quest’anno per la prima volta durante le serate ci saranno degli artisti dell’associazione locale Panta Rhei che realizzeranno delle opere dal vivo e avremo un menù gastronomico “oltremente” realizzato con i prodotti locali dell’organizzazione agricola Ioppì in sinergia con il ristorante Losteri di Ibla». Arte, musica ed eccellenze del territorio: Ragusa Ibla si prepara a vivere tre giorni da protagonista.   


IL PROGRAMMA COMPLETO

8 Settembre – Ingresso gratuito

  • h21 – TALKINABOUT- conversazione con Cristiano Godano
  • h22 – Camilla Battaglia – “Perpetual Possibility” per voce sola e live electronics
  • h23 – Domenico Niki • DJ SET

9 Settembre – Ingresso 15 euro

  • h22 – Cristiano Godano – chitarra e voce, un viaggio tra brani della sua carriera solista e alcuni successi dei Marlene Kuntz
  • h23 – Massimo Napoli • DJ SET

10 Settembre – ingresso 15 euro

  • h22 – Maria Chiara Argirò – “Forest City”
    Maria Chiara Argiròvocals / synths / electronics
    – 
    Christos Stylianides: trumpet / electronics
    Riccardo Chiaberta: drums/ bass    synth / electronics
  • h23 – LWR • DJ SET

Il nostro impegno è offrire contenuti autorevoli e privi di pubblicità invasiva.
Sei un lettore abituale del Sicilian Post? Sostienilo!

Fai una donazione libera

Preferiresti fare un bonifico? Inviaci una mail per richiedere le nostre coordinate bancarie

Print Friendly, PDF & Email