Ogni settimana sottoporremo al vostro ascolto una playlist di canzoni di artisti siciliani. Brani vecchi e nuovi scelti dalla redazione, ma che potrete indicarci anche voi e, soprattutto, potranno inviarci cantautori, cantanti e band, di qualsiasi genere musicale. Inseriremo i vostri consigli e le proposte musicali all’interno della nostra playlist che sarà pubblicata anche su Spotify.

Potete inviare le vostre proposte (complete di link Spotify e YouTube) all’indirizzo sicilianplaylist@sicilianpost.it

“Ma che freddo fa” Mario Venuti

Mario Venuti torna a collaborare con Tony Canto e riscopre le atmosfere brasileire. “Ma che freddo fa”, un classico della canzone italiana scritto da Claudio Mattone e Franco Migliacci e presentato al Festival di Sanremo 1969 da Nada viene riletto in chiave samba-pagode. «Le buone canzoni puoi rigirarle come vuoi, rimangono belle, ma sfido chiunque ad aver mai pensato ad un samba per questo successo di Nada», commenta l’ex Denovo. Nella sola versione in vinile sarà presente come lato B “Una carezza in un pugno” brano portato al successo da Adriano Celentano.

“Mercedes Benz (C’eravamo tanto armati)” Corde Pazze

Dopo una lunga pausa di sette anni torna la band palermitana vincitrice del Premio De André nel 2007. La canzone, in un crescendo di tensioni, suoni e pathos, racconta una storia d’amore combattuta tra i bar e gli inseguimenti, le crisi e le solitudini dei protagonisti: «L’amore e la guerra. Due aspetti indissolubilmente legati che racchiudono il senso dell’incontro di due anime»,  spiega la band. «Marte e Venere incatenati sul letto per lo stratagemma del marito tradito, Efesto, raccontano questo legame irrisolto tra due aspetti apparentemente avversi, ma che si completano».

“Nuvoli bianchi” Ponente

Ep d’esordio della cantautrice e attrice palermitana Ponente, dal titolo “Riavuli”, un progetto discografico intenso e appassionato composto da cinque brani scritti dalla stessa Ponente, con le musiche di Gaetano Mirabella e la produzione artistica di Giovanni Parrinello. “Nuvoli bianchi”, malinconia e speranza miste, è il secondo singolo: una meravigliosa ballata acustica in dialetto con un’apertura al pop internazionale.

“Trema la terra (muntagna scura)” Alfio Antico

Sulla scia del grande successo riscosso in Italia, l’ultimo lavoro discografico del percussionista lentinese è stato ripubblicato su Spotify in versione internazionale con alcuni brani rivisitati. Fra questi, la title-track (con l’aggiunta del sottotitolo “montagna scura”), in cui il tamburo a cornice è molto più presente e prepotente rispetto all’originale (nella versione YouTube).

“Ora ca persi la valìa!” I Musicanti di Gregorio Caimi feat. Nonò Salamone

Chitarrista marsalese, Caimi riunisce attorno al progetto “Genti” alcune fra le migliori voci della musica popolare: Mario Incudine, Enzo Augello, Giovanni Gulino di Marta sui Tubi, Bob Salmieri, Simone Pulvano, Vincenzo Toscano, Pachi Adikari Kalipada e Mario Crispi degli Agricantus. Nel brano estratto dall’album uscito nel 2014 ospite speciale è il cantastorie Nonò Salomone.

“Bella Ciao” Bellamorèa ft Dinastia

In occasione del 25 aprile il gruppo guidato dai fratelli Emanuele e Francesco Bunetto di San Michele di Ganzaria, molto attivo nella produzione di video e nelle collaborazioni, aggiorna il celeberrimo canto popolare italiano, inno della Liberazione e di libertà conosciuto in tutto il mondo, con un rap ambientato ai nostri giorni.

“Finché morte non ci separi” Levante

Un duetto del tutto particolare quello della cantautrice Levante: un brano emozionante in cui l’artista calatina viene accompagnata dalla madre in un racconto dei primi passi della storia d’amore tra i suoi genitori.

“Mi chiedevo se” Gabriele Pirillo

Il nuovo brano del cantautore e chitarrista palermitano ventiduenne, new-entry dell’etichetta 800A Records. Un sound affilato, tra blues e rock, basato sul power trio stratocaster/basso/batteria. I riferimenti sono agli italiani Canova ed a John Mayer. La canzone «parla di due persone che non riescono a realizzare la fine di una storia, che cadono negli stessi errori perché convinti di poter ritrovare un equilibrio», spiega l’autore. «È il racconto di un amore confuso in cui non è più chiaro cosa sia giusto e cosa sia sbagliato, in cui a tratti sembra tutto nitido e all’improvviso ci si rende conto di non aver capito niente».

“The Pretender” Roy Paci & Aretuska

Una vera chicca è questa versione strumentale di uno dei cavalli di battaglia dei Foo Fighters, rock band americana nata da una costola dei Nirvana e capitanata da Dave Grohl. La tromba di Roy Paci guida la carica nell’affrontare questa travolgente cavalcata punk rock, riempiendola di sonorità jazz e richiami caraibici.

Ascolta la playlist su Spotify

Il nostro impegno è offrire contenuti autorevoli e privi di pubblicità invasiva.
Sei un lettore abituale del Sicilian Post? Sostienilo!

Fai una donazione libera

Preferiresti fare un bonifico? Inviaci una mail per richiedere le nostre coordinate bancarie

Print Friendly, PDF & Email