Dormire in tenda, al caldo, cucinare con un fornellino, lottare contro le zanzare, utilizzare il bagno in comune con altre persone. La vita da campeggio, si sa, per quanto avventurosa e liberatoria, non è per tutti. Ecco perché qualcuno si è inventato il glamping, una soluzione cool per vivere l’esperienza del campeggio senza rinunciare al comfort. Campeggi di lusso, dunque, che stanno conquistando pian piano anche la Sicilia. Da Noto a Selinunte, da San Cataldo a Santa Maria del Focallo, da Granitola a Marzamemi, fino a Sant’Alessio e Cefalù.

CAMPEGGI DI LUSSO. Ma quali sono le differenze con il campeggio tradizionale? Quando parliamo di glamping, possiamo ancora pensare al campeggio classico, in tenda, come siamo abituati a intendere questo tipo di vacanza? Ce lo siamo fatto raccontare direttamente dagli esperti del settore. «Di strutture che fanno un vero glamping ce ne sono molto poche in Italia. Ne troviamo di più in Africa, Nord America e Australia», ci spiega Elena Cicciù, che gestisce lo Iuta Glamping & Farm di Noto insieme a Giulio Costa. «Quello che facciamo noi non si può definire camping, è una versione molto più luxury rispetto al campeggio standard». L’offerta, infatti, è molto più esclusiva. «In una proprietà di 14 ettari abbiamo solo 5 lodge per ospitare un massimo di 10 persone, il che garantisce una grandissima privacy. I lodge sono posizionati su piattaforme di 80 mq con veranda privata esterna, bagno con doppio lavabo e doccia, letto king size, cassaforte, bar, aria condizionata, riscaldamento, tv, Netflix».

A prima vista non manca proprio nulla, ma non è finita qui. Per i più pigri c’è la possibilità di muoversi all’interno dell’area con le golf car, c’è una piscina di acqua salata a sfioro riservata agli ospiti e la colazione a km zero con prodotti locali delle aziende della zona. «Prepariamo anche pranzi su prenotazione per i nostri ospiti, che possono usufruire di servizi come i massaggi e lo yoga, che si pratica in una piattaforma a metà collina riservata alle attività di wellness e pacchetti di kinesiologia applicata». Insomma, qualcosa che si avvicina al campeggio c’è, perché i lodge permettono di dormire in mezzo alla natura visto che sono completamente apribili, ma riparati da una zanzariera e indicati quindi per un pubblico più adulto che cerca la comodità.

SENTIRSI A CASA. «I nostri ospiti solitamente si dividono equamente tra italiani e stranieri, ma questa estate, a causa del Covid, abbiamo ricevuto solo prenotazioni da italiani. Il pubblico in generale è vario, gente che ama la natura, gli animali, la vita sana. Noi facciamo solo cucina vegetariana, niente carne e pesce. L’età varia dai 25 ai 60 anni e sono principalmente coppie o gruppi di amici in coppia e tante ragazze straniere che viaggiano da sole». Con loro Elena e Giulio instaurano un rapporto informale, come se fossero amici. «Le persone che lavorano con noi non portano divise, tutti ci diamo da fare all’interno del glamping, dove si respira un’atmosfera molto familiare. Si fa l’aperitivo la sera, se si ha voglia, si può scegliere di pranzare insieme tra gli ospiti. C’è un grande living comune dove tutti si sentono a casa, la sensazione è proprio quella di stare a casa di amici».

PROVARE PER CREDERE. Elena e Giulio amano le vacanze particolari, fuori dall’ordinario, in mezzo alla natura ma abbastanza comodi. Ecco perché da Vicenza, dove sono nati, hanno deciso di trasferirsi in Sicilia, dove hanno le loro radici, e cambiare vita dedicandosi al glamping. «Abbiamo lasciato il lavoro d’ufficio e dal 2017 siamo qua. Possiamo solo invitare i lettori a provare in prima persona l’esperienza del glamping, perché l’unico modo di capirlo è viverlo. Molti ci chiamano pensando di venire in campeggio e noi cerchiamo di spiegare loro che non è proprio così e che anche i costi sono differenti. Probabilmente non è più una novità, ma molti viaggiatori ancora non conoscono benissimo di cosa si tratta».

Questo articolo ti è piaciuto? Decidi tu quanto vale:

Fai una donazione libera al Sicilian Post

Preferiresti fare un bonifico? Inviaci una mail per richiedere le nostre coordinate bancarie

Print Friendly, PDF & Email