Estate 2018:
5 cocktail “corretti”
in chiave siciliana

 -  - 


Immersi nell’atmosfera di un aperitivo romantico in riva al mare o in una serata di festa a bordo piscina, un buon drink in mano non può certo mancare. Pesca, anguria, arancia rossa, sono tra gli ingredienti di cinque ricette riviste in chiave nostrana.

Per i siciliani l’estate è sinonimo di divertimento all’aria aperta, musica live e cocktail da bere in compagnia. In questo periodo i locali vista mare sono indubbiamente i più gettonati, sia per un semplice aperitivo che per una serata tutta da ballare. Ma con l’estate arriva anche il caldo afoso tipico della nostra terra. In tal caso esistono dei rimedi che potrebbero aiutarvi a rinfrescare le vostre serate all’aperto, come ad esempio dei cocktail “corretti” in chiave siciliana con l’aggiunta di ingredienti tipicamente nostrani. Un’esperienza per la quale il palato vi ringrazierà.

1. Mojito Siciliano

Il Mojito è per antonomasia il cocktail dell’Estate. Qualsiasi bar che si rispetti possiede la sua piantina di menta in bella mostra e scorte di lime a non finire. Se siete amanti di questo drink allora vi piacerà anche la sua versione sicula, che si ottiene tramite l’aggiunta di qualche ingrediente locale.
Oltre ai tradizionali elementi che compongono il mojito – lime, zucchero di canna e menta –, è possibile aggiungere anche due fettine d’arancia. Dopo aver pestato gli ingredienti e riempito il bicchiere di ghiaccio tritato, si versa del rum bianco ed infine si colma tutto il bicchiere con una bella cedrata. Ecco qui il vostro Mojito Siciliano.

2. Sicilian Spritz

L’aperol Spritz è il cocktail che accompagna qualsiasi aperitivo di buon gusto. Negli ultimi anni grazie alla sua leggerezza e al suo colore arancione è riuscito a farsi conoscere in ogni angolo del mondo. Un’altra versione consiste nel pestare due fettine di arancia rossa siciliana insieme ad un po’ di melograno e della menta. Ghiaccio rigorosamente tritato, e poi si aggiungono 3/10 Aperol, 7/10 di prosecco, con una spruzzatina di soda alla fine.

3. Negroni 

Leggenda narra che il Negroni sia nato a Firenze dal genio del Conte Camillo Negroni, che un giorno dettò al suo barista di fiducia la sua miscela perfetta: 1/3 Gin, 1/3 Bitter, 1/3 Vermouth rosso. Grazie a quell’intuizione “alcolica” il Conte ideò uno dei cocktail più amati dagli italiani fino ai giorni nostri. Il Negroni è un cocktail forte e deciso, senza mezze misure, e va bevuto così com’è stato ideato. Sperando che il Conte non si rigiri nella tomba, però, possiamo aggiungere a questo cocktail un tocco di “sicilianità”, aggiungendo agli ingredienti principali un cucchiaio di amaro al gusto di arancia rossa, affinché abbia un retrogusto più deciso del solito. Da bere rigorosamente senza cannuccia.

4. Peach and Ginger Mule

Nacque nel 1941 su idea di due imprenditori di New York, che con questo cocktail tentarono di risollevare le sorti del loro locale offrendo alla loro clientela una bevanda originale. A questo scopo, aggiunsero tra gli ingredienti la Vodka, uno degli alcolici più bevuti in Russia, ma non altrettanto negli Stati Uniti. Negli ultimi anni, questo cocktail è tornato alla riscossa grazie alla sua freschezza e il suo sapore allo zenzero che hanno conquistato anche la Sicilia.
Dal momento che noi isolani amiamo anche il sapore delle pesche, perché non provarne una versione apposita? Si prepara sostituendo il lime con un liquore alla pesca e un cucchiaio di Grand Marnier. Per decorarlo basta aggiungere qualche fettina di pesca e una foglia di menta.

5. Watermelon Caipiroska

La Caipiroska è un altro di quei cocktail che ogni Estate sale sul podio dei drink più bevuti della stagione. Il suo punto forte è quello di essere considerato a ragion veduta uno dei preparati più freschi in assoluto. La ricetta alternativa al gusto di fragola è quella più gettonata dal popolo della notte. Ma è possibile sostituirla con una versione ancora più refrigerante, aggiungendo alla ricetta originale dei cubetti di anguria. Il risultato finale sarà una bomba rinfrescante che potrebbe creare una vera e propria dipendenza.

19 recommended
comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *