INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 1 pagnotta
  • 600gr funghi porcini
  • 300gr pecorino stagionato
  • 80gr latte
  • 120gr panna
  • lecitina di soia
  • Prezzemolo qb
  • Olio d’oliva qb
  • Aglio qb

CESTINO DI PANE

Tagliare a fette sottili una pagnotta di pane, condire con olio, sale e pepe e avvolgere le fette attorno ad un coppa pasta sino a ricoprirne tutta la superficie; fermare il tutto con uno spago. Successivamente infornare per 5 min a 175°C fino a quando il cestino di pane raggiungerà la giusta croccantezza.

INSALATA DI FUNGHI

Pulire i funghi con un pennello ed un panno umido e con l’aiuto di una mandolina tagliarli sottilmente. Infine condire con olio d’oliva, un quarto di aglio tritato, prezzemolo, sale, pepe e pecorino grattugiato.

SCHIUMA DI PECORINO

Unire latte e panna in un recipiente e miscelare. Subito dopo aggiungere del pecorino grattugiato e chiudere il contenitore e tenere in infusione per almeno 24 ore. Passate le 24 ore, passare al setaccio il composto per separare la parte solida da quella liquida e mettere da parte il pecorino usato per l’infusione. Prendere il liquido ottenuto, aggiungere 3gr di lecitina di soia e frullare il tutto con un mixer ad immersione fino alla comparsa di una leggera schiuma.

PREPARAZIONE DEL PIATTO

Riporre l’insalata di funghi sul fondo del piatto e adagiarvi sopra il cestino di pane. Finire con la schiuma di pecorino precedentemente ottenuta.


AGOSTINO D’ANGELO

Siciliano verace, 40 anni e una passione per la chitarra classica, Agostino D’Angelo è il nuovo Executive Chef del Belmond Villa Sant’Andrea di Taormina, responsabile del ristorante Oliviero. Nato e cresciuto a Trapani, Agostino si appassiona sin dall’infanzia ai sapori della tradizione siciliana. È infatti in famiglia che apprende i segreti della cucina casalinga, insieme alla nonna che trascorreva ore “incocciando” a mano il cous cous, e l’arte dell’ospitalità, aiutando lo zio nella sua trattoria. La strada familiare lo porta subito dopo la scuola a intraprendere la carriera professionale nelle cucine di diversi hotel 4 e 5 stelle di varie regioni d’Italia, passando dalla Sicilia alla Toscana. Per lo Chef il 2018 segna un ritorno a casa: Chef de Cuisine di Villa Sant’Andrea dal 2007 al 2012, Agostino decide di lasciare la Sicilia per arricchire il suo bagaglio con esperienze internazionali e si trasferisce a Londra, dove rafforza il suo percorso professionale nelle cucine di ristoranti e hotel di lusso, tra cui The Ten Trinity Hotel Four Seasons.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è santandrea-300x128.jpg

Il nostro impegno è offrire contenuti autorevoli e privi di pubblicità invasiva.
Sei un lettore abituale del Sicilian Post? Sostienilo!

Fai una donazione libera

Preferiresti fare un bonifico? Inviaci una mail per richiedere le nostre coordinate bancarie

Print Friendly, PDF & Email