Alcune destinazioni, come Catania e Palermo, hanno già fatto registrare il tutto esaurito e i tempi per approdarvi, anche in treno, sono davvero lunghissimi. Per altre mete come Trapani la prima data utile si sposta alla prossima settimana

Che si tratti di studenti e lavoratori fuori sede o di turisti, approdare in Sicilia per il momento non è tanto facile. Tra riaperture degli aeroporti e ripresa dei voli senza distanziamento, da una parte si registra il tutto esaurito, dall’altra emergono già le prime pecche.

ATTERRAGGI A CATANIA. Guardando il sito dell’aeroporto Fontanarossa di Catania, il più frequentato dell’isola, tra gli arrivi domina Alitalia, con voli da Milano Malpensa e Roma Fiumicino. Pochi altri nomi si leggono nella sezione atterraggi, come Blueair da Torino ed Edelweiss da Zurigo. La lowcost più gettonata, Ryanair, tornerà sulle piste catanesi dal 21 giugno. Supponendo che qualcuno da Milano volesse arrivare a Catania prima, dovrebbe spendere dai 100 ai 150 euro minimo solo andata. Non molto meglio andrebbe a chi volesse prendere un volo Roma-Catania poco prima che Ryanair torni a volare: tra 90 e 130 euro. Leggermente inferiori i costi per chi atterra nell’altra sponda dell’isola, su Palermo. Non è detto però che raggiungere Catania da lì sia così conveniente. Atterrare in questi giorni a Trapani o a Comiso? Non se ne parla prima del 21-22 giugno, date “strappate” per la loro riapertura.

GIRO DEL MONDO IN DUE GIORNI. Consultando i siti di altre compagnie, come Easyjet, regna il tutto (o quasi) esaurito. Quei pochi che riusciranno ad accaparrarsi i posti rimasti in data 19 giugno, non si possono definire proprio fortunati, alla modica cifra di 286 euro per Milano-Catania. Chi non si accontenta, può fare una ricerca su Google e trovare qualche posto in un volo già il 17 giugno a soli 181 euro. Sono i dettagli che fanno la differenza: il temerario acquirente dovrebbe solo partire da Bergamo per atterrare a Bucarest, attendere 17 ore per ripartire verso Iași (Romania) e, dopo solo altre 24 ore di attesa in aeroporto, raggiungere Catania. Ops, si è già fatto venerdì 19 (per giunta sono le 10 di sera). Andrebbe un po’ meglio a chi volesse arrivare con urgenza a Catania da Roma: uno scalo veloce a Bucarest e via, dritto verso l’Etna già giorno 17, tutto in giornata!

TRENI (NON) VELOCI. Da un punto di vista economico, la situazione è migliore per chi volesse viaggiare in treno. Roma-Catania è disponibile dal 17 giugno, con tutto esaurito nelle date precedenti. Il prezzo è di circa 70 euro senza offerte e l’unica pecca è la durata: 10 ore, non trattandosi di Frecce. Anche a voler prendere una Freccia, bisognerebbe fare il cambio in Campania, dato che oltre non arriva. Per arrivare da Milano invece le ore di treno sono minimo 13, con una Freccia fino a Roma o a Napoli e un intercity per Catania. Disponibilità solo dal 18 giugno e prezzo di circa 150 euro.