Ogni settimana sottoporremo al vostro ascolto una playlist di canzoni di artisti siciliani. Brani vecchi e nuovi scelti dalla redazione, ma che potrete indicarci anche voi e, soprattutto, potranno inviarci cantautori, cantanti e band, di qualsiasi genere musicale. Inseriremo i vostri consigli e le proposte musicali all’interno della nostra playlist che sarà pubblicata anche su Spotify.

Potete inviare le vostre proposte (complete di link Spotify e YouTube) all’indirizzo sicilianplaylist@sicilianpost.it

“Toy Boy” Colapesce Dimartino feat. Ornella Vanoni

A Fedez e Achille Lauro che “arruolano” Orietta Berti nella gara al tormentone estivo, la coppia di cantautori rivelazione dell’anno coinvolge la Signora della musica italiana Ornella Vanoni e il regista candidato all’Oscar, Luca Guadagnino. “Toy Boy” è una romantica ed ironica bossanova, scritta da Colapesce, Dimartino insieme ad Ornella Vanoni. Un viaggio d’amore tra le Isole Eolie in cui i due cantautori duettano con Ornella in un irresistibile corteggiamento. Il brano è anche ispirato alle atmosfere di “La voglia la pazzia l’incoscienza l’allegria”, l’album della Vanoni pubblicato nel 1976 – nato dall’unione artistica della cantante milanese con il leggendario poeta brasiliano Vinicius de Moraes e il chitarrista Toquinho – che ha segnato la storia della musica italiana.

“Xdono” Mario Venuti

Dopo “Ma che freddo fa”, l’ex Denovo compie un salto di quaranta anni: «Volevo inserire una canzone del repertorio pop più recente e la scelta è caduta su questo pezzo, riletto qui in chiave nordestina tra forrò, cumbia e lambada. Suggerisce un’atmosfera rurale grazie alla fisarmonica che detta il ritmo. Sembra quasi di veder pascolare in giro galline e bestie da soma». Il videoclip, che ha regia di Lino Costa, girato in Sicilia, a Palazzolo Acreide, porta proprio in un paesaggio agreste e fuori dal tempo evocato da Venuti. Sarà disponibile anche il secondo dei quattro 45 giri (Puntoeacapo – Microclima/Artist First), nella sola versione in vinile il lato B “Non ho l’eta (per amarti)”, brano portato al successo da Gigliola Cinquetti.

“La vie en Rose” Chiara Civello

Nuovo singolo di Chiara Civello che anticipa l’uscita del prossimo album della cantautrice di origini modicane. È il primo brano estratto del nuovo progetto discografico, intitolato “Chansons: Chiara Civello Sings International French Standards” che vede la straordinaria collaborazione del produttore Marc Collin dei Nouvelle Vague. «“La vie en Rose” è così inciso nel Dna del mondo che quando ho pensato alla mia interpretazione ho preferito far cantare prima gli ascoltatori con il loro cuore», racconta Chiara Civello. «Le note escono dal piano come una doccia di petali, nei primi secondi di una canzone che si apre sempre di più mentre scorre in una magia fresca che respira nel mondo di oggi».

“Taverna vita eterna” Alessio Bondì

Nuovo singolo di Alessio Bondì, terzo estratto dallo straordinario album “Maharìa” (800A Records). Con “Taverna vita eterna” tornano le ambientazioni della notte palermitana che animano uno dei brani più conosciuti di Bondì, “Vucciria”. Questa volta un vecchio lupo di taverna si racconta in un monologo tragicomico che mette in luce i costumi di un’intera tribù urbana. Uno dei brani più energici del nuovo album, tra fiati dal sapore sudamericano e un’attitudine tutta mediterranea. Un nuovo tormentone (estivo) firmato Bondì: “E si a me vita fussi eterna io ‘a passassi sana sana a’ taverna!”

“Rosanna” Samaritano feat. Nino Buonocore

Dopo “Adesso con chi stai?” (feat. Mario Venuti) e “Caffè nero Bollente” (feat. Mimmo Cavallo), ecco il nuovo singolo del cantautore siciliano Samaritano con il feat. di Nino Buonocore, terzo estratto dall’album “Convergenze”, in uscita a fine 2021. “Rosanna”, in gara al Festival di Sanremo nel 1987, è il primo vero successo “commerciale” della carriera artistica di Nino Buonocore e segna un passaggio verso uno stile più melodico e sofisticato del cantautore napoletano: «Si tratta di un’autentica dichiarazione d’amore, nella quale le parole di un uomo verso la propria compagna, come avrebbe detto Sigmund Freud, sfiorano la sublimazione della pulsione amorosa», racconta Samaritano. «Sebbene convinto che una relazione si costruisca giorno dopo giorno e che perciò non abbia senso il tentativo di una proiezione a lungo raggio, quest’uomo chiede a lei di affidarsi nella lealtà di un abbraccio tra due anime fragili».

“Scirocco” Canarie

«Lo scirocco è uno dei momenti più belli che possano essere concessi all’uomo, in quanto l’incapacità di movimento in quei giorni ti porta a stare immobile a contemplare una pietra per tre ore, prima che arrivi un venticello» (Andrea Camilleri). Un dichiarato omaggio alla musica africana, un video caldo come il vento di Sud-Est di cui prende in prestito il nome. Dopo “Universo” e “Brodo”, “Scirocco” è il nuovo video di Canarie, la band fondata dalla catanese Paola Mirabella e Andrea Pulcini. «“Scirocco” è una dichiarazione d’amore allo stile e alle sonorità della musica africana e si ispira a due giganti come Mulatu Astatke e William Onyeabor. Il ritmo rivendica un potere taumaturgico, impossessandosi di corpi apatici per far battere di nuovo i loro cuori come tamburi», spiegano.

“Libertà” Peppe Lana

Il videoclip del cantautore siciliano, per la regia di Gianni Cannizzo, ha vinto il premio “Miglior Socialclip 2021” al prestigioso Festival Tulipani di Seta Nera, andato in onda su Rai2 con la conduzione di Pino Insegno e Elena Ballerini. Ad assegnare il premio, la cantautrice e direttrice artistica della categoria “SocialClip” Grazia Di Michele ed il cantautore Bungaro: «per la raffinatezza e l’originalità dell’idea e per l’alta qualità nella realizzazione del video, dal punto di vista dell’interpretazione degli attori, delle scene, dei costumi, della fotografia e del montaggio».

“Amore e Psiche” Feyra

Arricchito da rhodes, violini, chitarre e cori, questo brano rappresenta il manifesto del nuovo percorso musicale intrapreso da Feyra dopo l’ultimo singolo “Complesso di Inferiorità”. “Amore e Psiche”, infatti, è caratterizzato da toni frizzanti, melodie cantabili, atmosfere più distese che portano ad un ritornello strumentale con un synth che ricorda molto la dance anni ‘90. In questo brano emergono ancora una volta i riferimenti all’arte: «Questa volta ho scelto Canova e come lui ho cercato di “scolpire” un testo che giochi sulla magia che nasce dagli “sguardi” che “hanno l’abilità di parlare», spiega racconta il cantautore agrigentino. In Amore e Psiche ho voluto raccontare la ricerca continua di quell’equilibrio che, nelle nostre relazioni, è reso instabile dalla continua lotta tra ragione e passione. Spesso si rimane fermi ad attendere che chi desideriamo, la smetta di mettersi a nudo di fronte al Canova sbagliato e posi invece lo sguardo sul vero volto dell’amore: Amore attende che Psiche si accorga della sua presenza, che si tuffi nel “ciclone tropicale” dell’irrefrenabile voglia di passione. Questa eterna lotta ci tiene vivi e vogliosi in questa terra di sentimenti forti che vale la pena sempre vivere».

“Killers” Kings of Convenience

Dopo dodici anni di silenzio discografico, torna il duo formato da Erlend Øye e Eirik Glambek Bøe. Il primo ormai siracusano d’adozione, il secondo rimasto nella natìa Norvegia. “Peace or Love” è il titolo dell’album e rappresenta il suono di due vecchi amici che esplorano l’ultima fase della loro vita insieme e trovano nuovi modi per catturare quella magia inafferrabile. Registrato in cinque anni in cinque città diverse, l’album è una ventata di aria leggera e fresca: 11 canzoni sulla vita e sull’amore con la tipica bellezza seducente, la purezza e la chiarezza emotiva che ci si aspetta dai Kings of Convenience.

Ascolta la playlist su Spotify

Il nostro impegno è offrire contenuti autorevoli e privi di pubblicità invasiva.
Sei un lettore abituale del Sicilian Post? Sostienilo!

Fai una donazione libera

Preferiresti fare un bonifico? Inviaci una mail per richiedere le nostre coordinate bancarie

Print Friendly, PDF & Email