Quando un bambino torna a casa dopo aver giocato nel quartiere, o aver avuto lezione di Educazione fisica a scuola, è probabile che abbia i pantaloni strappati, la maglietta stropicciata, o anche solo i lacci delle scarpe macchiati.

Una tendenza dopotutto molto diffusa durante l’infanzia, che se fa divertire e sorridere i più piccoli porta spesso i genitori, al contrario, a fare i conti con un livello variabile di sporcizia da ripulire – o, in Sicilia, di lurdìa. Nell’isola, infatti, chi ha un aspetto sporco e trasandato non è lercio, bensì, lurdu (o lurda, al femminile), termine che forse suona familiare a chi conosce la voce italiana lordo, ormai desueta in molte regioni o considerata comunque piuttosto aulica.

Nella Trinacria è diverso, dal momento che lurdu è un aggettivo molto comune nel dialetto locale, e che oltre a riferirsi al sudiciume può diventare sinonimo di parole come corrotto, impuro o addirittura vizioso, idealmente legate tutte alla poca pulizia fisica o morale dell’individuo.

La sua etimologia, invece, è uguale a quella del lemma italiano, avendo a che fare a propria volta con il latino luridus, poi tramutatosi nella forma parlata lurdus. L’aggettivo derivava ancora prima da luror, -oris, che in epoca classica voleva dire di colore giallo-verdastro, e che con il tempo aveva invece preso a significare pallido, livido, smorto.

A livello figurato, infatti, alcune fonti riportano già in latino alcune accezioni di luridus quali sordido o storpio, probabilmente derivate da una connotazione negativa di livido da intendersi come immondo e maligno. Come che sia, suscita ancora oggi una certa curiosità il percorso linguistico e concettuale che ha portato una sfumatura cromatica a sbiancare sempre di più, per poi essere associata a tutto l’opposto della pulizia e del candore.

Il nostro impegno è offrire contenuti autorevoli e privi di pubblicità invasiva.
Sei un lettore abituale del Sicilian Post? Sostienilo!

Fai una donazione libera

Preferiresti fare un bonifico? Inviaci una mail per richiedere le nostre coordinate bancarie

Print Friendly, PDF & Email